La perversione della domestica birichina.

domestica birichina

Il tema della domestica è forse uno dei più frequenti che possiamo incrociare lungo le nostre scorribande filmiche, siano esse su figaporno, su un video porno con domestiche generico, oppure sulla cinematografia degli ultimi 50 anni.

Prendiamo come esempio gli anni ’70 della commedia italiana, in ciascuno di questi film o video a conduzione domestica, la domestica ricopre un ruolo abbastanza caratteristico e cristallizzato nel tempo. Il suo abbigliamento è nella stragrande maggioranza quello tipico di una domestica ferma nel tempo. Abito leggero scuro, grembiule, gonnellino, scarpe con tacchi leggeri e silenziosi, cuffietta e immancabile spolverino. La profondità delle scollature e l’altezza inguinale delle gonne è chiaramente correlata alla portata del video o del film e dei suoi spettatori.

Ma perché la domestica, di per sé, è così attrattiva? Quale è il motivo della sua notevole portata seduttiva che conduce l’uomo che entra in casa, propria o altrui, a pensare immediatamente, non appena vede la domestica porno, a come questa potrebbe comportarsi a letto? A quali figure erotiche potrebbe intavolare in quel salotto in rovere antico che lei con così tanta solerzia spolvera ogni giorno?
Perché sono queste le domande che l’uomo si fa, di fronte a quella donna che stimola i suoi ormoni, che glieli spolvera e lucida, che vorrebbe vedere affaccendarsi con i suoi genitali, esattamente come fa con stracci e pavimenti.

Il fatto che la domestica sia a servizio di qualcuno e per qualcosa, nella mente dell’uomo che pensa quasi in ogni momento della propria giornata al sesso (ovvero tutti gli uomini), rende la domestica una figura automaticamente disponibile, potenzialmente aperta a promiscue e inedite esperienze sessuali, al di là delle sue reali manifestazioni di interesse. Trovarla intenta alle proprie mansioni domestiche, magari in posizioni talvolta innaturali, indaffarata con questioni di igiene, con elementi di arredo che inequivocabilmente riportano all’attività sessuale o alle funzioni corporali, quali letti, sanitari, ma anche con biancheria e altre amenità casalinghe, per l’uomo, ma anche per la donna interessata, è una ghiotta occasione per dare la stura a fantasie che in brevissimo trasformano una timida domestica in una domestica porno da urlo, capace di performance senza precedenti su quello stesso letto patronale appena rifatto, oppure in grado di sostanziare masturbazioni violentissime una volta rientrati nella solitudine dei propri loculi domestici.

I video porno con domestiche che puoi vedere gratuitamente su figaporno, sembra abbiano colto pienamente questi meccanismi cerebrali che muovono le appercezioni erotiche di uomini e donne in presenza di domestiche anche soltanto apparentemente birichine.
Non trascurano i dettagli, questi video, e presentano le domestiche porno in tutta la loro virulenza erotica: macchine da sesso che si muovono perennemente su una coreografia di sfondo fatta di un divano pronto per essere macchiato da fluidi corporei o di lavatrici in centrifuga, ma anche donne idonee a manipolare un uccello in erezione con la stessa premura e accortezza con cui spolverano la cristalleria di Boemia o sbucciano la frutta per la macedonia del pranzo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Time limit is exhausted. Please reload CAPTCHA.