Tradimenti: perché le mogli tradiscono?

 

mogli tradiscono

Il tradimento, da sempre, da quando le coppie (etero e omo) hanno preso coscienza di se stesse, è sempre stato un tema predominante sia nei fatti, che nelle parole o anche semplicemente nei pensieri, più o meno condivisi.

Non esiste coppia in cui il tradimento non sia stato affrontato nel reale, oppure soltanto sospettato o intuito. Il tradimento esiste in quanto esiste la coppia. Una coppia in cui esso non sia stato contemplato, anche soltanto con il pensiero, non è una coppia, ma semplicemente un gruppo di due persone estranee fra loro.

Evoluzionisticamente il tradimento potrebbe essere legato a una funzionalità riproduttiva maggiormente spinta e vigorosa: in cattività, cavie di qualunque specie, dopo un prolungato periodo di convivenza rallentano la frequenza dei rapporti sessuali. Se all’interno della coppia si inserisce un elemento nuovo, la frequenza delle trombate aumenta in maniera statisticamente significativa.
Ebbene, questo è ciò che ci spiegherebbe Darwin. I mariti cornuti, invece spiegherebbero il fenomeno sostenendo che hanno delle mogli zoccole. Forse sono veri entrambi gli enunciati e le mogli sono davvero soggetti femminili che offrono la fica al primo che propone loro un po’ di romanticismo o un po’ di sesso divertente.

Un’altra visione delle corna

La questione delle corna, tuttavia, si può comprendere anche in un’ottica differente.
In quell’infinito gioco di specchi del BDSM, fatto di ruoli sottomessi e ruoli dominanti che a seguito di infinitesimali discrasie intellettuali e concettuali, il dominato diventa sottomesso e viceversa, il potenziale cornuto, definito anche cuckold, induce la sua sweet, dolce metà, a cornificarlo deliberatamente con un bull, toro da monta, con il quale essa intrattiene decisivi rapporti sessuali che possono coinvolgere in maniera punitiva e irriverente lo stesso marito consenziente e impotente.
Entriamo quindi in un terreno delicato, fatto di consensualità taciute e orgasmi enfatizzati, spesso al solo scopo di rivitalizzare una vita sessuale di coppia un po’ statica e poco variegata.

Comunque sia, ciò che qui ci preme descrivere, è l’aspetto consenziente e ricercato della cornificazione. Le mogli tradiscono perché desiderano un ruolo di dominanza sul proprio marito, e lo ricercano attraverso una metodica che va a coinvolgere attivamente lo sesso soggetto che subisce il tradimento: il marito.

Ma ancora, la moglie tradisce anche per sovvertire l’ordine socialmente imposto della monogamia programmatica. Due uomini a disposizione, pronta a scoparla a suo piacimento, ciascuno con il proprio ruolo di bull o di becco, sono il risultato di questo rifiuto di una consuetudine sociale noiosa da vivere e, come abbiamo visto più sopra, dal un punto di vista della conservazione della specie, poco efficace. Centinaia e centinaia di video porno mogli, documentano con grande attenzione queste dinamiche familiari di grande impatto, che con sempre più frequenza ritroviamo come argomento di discussione.

Una moglie che tradisce non è mai da biasimare. Forse lo fa perché non trova in noi il bull che desidera, e ci offre l’ultima chance facendolo scegliere a noi al posto suo, per mostrarci cosa farebbe con noi se noi soltanto ci sforzassimo leggermente di essere come lei ci desidera.

Forse il significato ultimo del BDSM è proprio questo. Un atto di grandissima tacita tenerezza.
Meditate cornuti… meditate…

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Time limit is exhausted. Please reload CAPTCHA.